26
/
en
AIzaSyAYiBZKx7MnpbEhh9jyipgxe19OcubqV5w
July 31, 2021
1108615
335658
2

Seconda rivoluzione industriale (feb 25, 1855 – jun 28, 1914)

Description:

Per circa un secolo la rivoluzione industriale rimase dunque circoscritta all’Inghilterra, al Belgio, a parte della Francia e a zone ristrette della Germania. Tra gli anni Sessanta e Settanta dell’Ottocento e il primo decennio del Novecento l’industrializzazione non solo si estese e intensificò in Germania, nell’Italia settentrionale, in regioni dell’Impero austro-ungarico e di quello russo, in Giappone e negli Stati Uniti, ma rinnovò profondamente le sue basi energetiche e tecnologiche in un quadro che vide l’Inghilterra cedere progressivamente il primato.

All’energia fornita dal carbone, che pure fu lungi dal perdere la sua importanza, si affiancò quella idroelettrica; le scoperte scientifiche e le loro applicazioni resero possibile uno sviluppo straordinario specialmente dell’industria chimica; l’utilizzazione di potenti esplosivi come la dinamite ebbe conseguenze enormi per la rete dei trasporti terrestri e specie delle ferrovie; la siderurgia e la meccanica conobbero un incremento gigantesco. La marcia delle invenzioni e delle loro applicazioni per creare nuove macchine non conosceva tregua.

Negli anni Ottanta del 19° secolo l’applicazione dell’elettricità avviò un processo destinato a creare una nuova generazione di macchine, appunto le macchine elettriche, che servivano sia per la locomozione sia per la fabbricazione di nuove macchine e di una varietà di altri prodotti. Nel decennio seguente, l’invenzione del motore a combustione interna aprì altri enormi orizzonti con in primo piano la creazione delle macchine mobili, le automobili, per il trasporto di persone e di merci.

Si affermò sempre più il gigantismo industriale, con fabbriche di migliaia e anche decine di migliaia di addetti, un’organizzazione del lavoro sempre più efficiente e segnata da una rigida disciplina, da precise gerarchie di funzioni e di poteri, dall’incremento, accanto alle masse operaie, delle schiere di dirigenti, tecnici, impiegati con funzioni direttive e amministrative. Si formarono su scala nazionale e anche internazionale alleanze e combinazioni tra settori produttivi – i trust, i cartelli, le corporations – per ottenere maggiori rendimenti e controllare o addirittura dominare il mercato. Gli enti dotati di grandi patrimoni e in specie le banche strinsero legami organici con l’industria, così da indurre a parlare di avvento del capitalismo finanziario. Tutto ciò diede luogo a quella che è stata definita seconda rivoluzione industriale.

//Treccani

Added to timeline:

15 Jan 2020
0
0
77
Linea del tempo parlante

Date:

feb 25, 1855
jun 28, 1914
~ 59 years
PayPal - The safer, easier way to pay online!logo
About & FeedbackTermsPrivacy